Ricostruire

mattoni-in-terra

Bisogna riprendere il filo strappato,

seguire un tratto di respiro

che si apre al ritmo della tua bocca

che rimane appesa sulla tavola della conversazione.

Ansia di léggere teste

Peso delle teste di altri

Spalle riverse a macinare conti

per non tornare dove le ragioni s’inceppano

Amami, ricoprimi di insulti per rendermi gentile

strappami i fili della mia fragilità

taci

esci

ricostruire.

Annunci

Informazioni su carlotognola

Counsellor, Parent trainer
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...