Video “Intrecci” Progetto di educazione alla Legalità!

http://vimeo.com/25132460

Pubblicato in Sin categoría | Lascia un commento

Radio Fermi

Nel Box Documenti trovate la puntata su Diversità e Seconde Generazioni realizzata dalla I Scientifico dell’istituto Fermi ad Arona – No-

I ragazzi riflettono sulla Diversità Culturale: è solo un problema?

Pubblicato in Sin categoría | Lascia un commento

4 parole Chiave per l’adolescenza

Fretta

Ambiguità

Rigidità

Originalità

Pubblicato in formazione | Lascia un commento

L’ Area RICERCA&SVILUPPO nel Sociale?

 

Strutturare un’Area di Ricerca e Sviluppo per Enti Non Profit e Piccole-medie Cooperative Sociali spesso appare una chimera irrealizzabile; ma l’esperienza porta invece a considerare che questo oltre a non essere impossibile diviene una necessità in un mondo fluido come l’attuale

 

Il punto di partenza è un bisogno, attribuibile a diversi soggetti che spesso cerca di essere evaso in diverse modalità e in diverse aree dell’organizzazione in occasioni sporadiche o rimane nell’inespresso del singolo/equipe.

 

Il bisogno è un bisogno di innovazione. Un’idea, un nuovo progetto, un’intuizione per integrare l’esistente, una pista da seguire perché il territorio è carente, una richiesta specifica di investire in un nuovo settore perché ci sono clienti possibili……

È possibile pensare un nuovo contenitore dove questo materiale venga raccolto per essere filtrato, scremato, archiviato, documentato, sviluppato…prodotto?

 

Questo contenitore può essere l’Area Ricerca & Sviluppo che si pone in una fase intermedia dei processi produttivi dei servizi che vendiamo, investendo sulla creazione di una qualità aggiunta.

 

I soggetti promotori dei bisogni-stimolo sono i singoli operatori, le equipe, ma anche i gruppi organizzativi amministrativi come il cda, marketing, e così via.

 

Le funzioni dell’Area potrebbero essere legate alla valutazione di un potenziale di sviluppo rispetto all’input su alcuni criteri:

 

  • Coerenza interna
    • L’idea ha in sé una sostenibilità e una fattibilità tale per essere sviluppata
  • Coerenza esterna
    • L’idea confrontata con altre esperienze esterne (altre agenzie educative e/o centri di ricerca) dimostra sostenibilità e fattibilità
  • Coerenza strategica
    • L’idea è nel solco delle innovazioni strategiche definite dalle priorità del piano triennale di sviluppo

 

Dopo questa fase di Valutazione si dovrebbe inaugurare la vera e propria funzione di Sviluppo.

 

Infatti per diventare un prodotto trasferibile alle azioni di Marketing occorre :

 

  • Progettazione
  • Sperimentazione

 

Maggiore è il grado di innovazione dell’input maggiore è l’ammontare di risorse per questa fase. Quello che appare efficace è pensare che non basti ideare e progettare un nuovo intervento, ma che occorra anche che il team verifichi nell’azione il frutto della ricerca.

A questo punto si chiamano in gioco due possibilità:

 

  • Ricerca fonti di finanziamento per avviare la sperimentazione
    • All’interno del social network si trovano spazi per ampliare integrare costruire nuovi interventi dichiarando la “sperimentalità” dell’attivazione
    • Ricerca di bandi di finanziamento specifici per l’innovazione
    • Storno di risorse da progetti già avviati
    • Sponsorizzazioni di privati
  • Trial mode
    • Con la committenza si offre un periodo di prova gratis del prodotto sperimentale e al termine si propone l’acquisto

 

In entrambe le soluzioni è evidente l’aggancio con Marketing per i finanziamenti e i rapporti con le committenze vecchie e nuove.

 

Al termine di questi fasi si avrà un output definitivo che avrà trasformato l’idea del bisogno di partenza in un prodotto d’intervento socio-educativo da piazzare nel mercato della rete.

 

Vedasi allegato nel Box dei Documenti

 

Pubblicato in Sin categoría | Lascia un commento

La rete sociale e il pallone da basket

come muoversi nella rete socio-educativa?

ho usato questa immagine per commentare come spesso le nostre proposte  come agenti educativi cadano come un masso di granito su un pavimento di coccio…

la nostra rigidità valoriale, la nostra intenzionalità educativa, la nostra presunzione di Verità sulla bistrattata scuola sui tecnici incompetenti e così via ci irrigidiscono come un arcigno masso che non possiede nessuna elasticità

quando faccio una proposta sono disposto a rimbalzare a lungo sul pavimento prima di posarmi lentamente e trovare un contatto che rispetti le reciproche identità?

Pubblicato in Sin categoría | Lascia un commento